Sistemazione del paesaggio

L’area soggetta a intervento è situata a quota 1315m s.l.m nella vetta della Sighignola, al confine tra Confederazione Svizzera (Comune di Arogno) e Italia (Comune di Lanzo d'Intelvi), censita tra i luoghi del cuore dal FAI e Legambiente. Il progetto prevedeva una prima fase di abbattimento della parte fuori terra della stazione di arrivo della funivia e dell’ultimo pilone di ferro che si trova in prossimità della vetta, nonché della linea di alta tensione. Successivamente si prevedeva la realizzazione di un balcone al posto dell’ecomostro, su cui realizzare un terrazzo prativo in congiungimento dell’area verde retrostante. La sistemazione naturalistica dell'area si è concretizzata mediante diversi interventi eseguiti allo scopo di operare una valorizzazione naturalistica, paesaggistica e fruitiva del comprensorio del Monte Sighignola. Sull'area pianeggiante situata sotto il piazzale stradale, si sono realizzate, seguentemente alla demolizione dell'ecomostro, un'area ricreativa di svago a carattere transfrontaliero attrezzata per famiglie e turisti, mediante la posa di strutture di legno quali panchine panoramiche, altalene, elementi per il ristoro e costruzioni per il gioco.

L'intervento portato avanti dallo studio che ha coinvolto in prima persona diverse entità e collaborato attivamente nella ricerca dei fondi per la realizzazione, è valso anche una medaglia di merito della Repubblica Italiana rilasciata dal presidente Giorgio Napolitano.

 

Mostra altro